MototurismoDoc le idee per viaggiare in moto con itinerari, tour e motoraduni
 
 

Mototurismo - Viaggi in moto - Itinerari moto

 
   
   
   
   
 
» Homepage » News Mototurismo » 35° Dolomiti Moto International 2013 » INDIETRO
 
       
News mototurismo e viaggi in moto

35° DOLOMITI MOTO INTERNATIONAL 2013

 

35° Dolomiti Moto International Revival del 5° Rally Touring del 1976

35° Dolomiti Moto International 2013
 
 
         
   

35° Dolomiti Moto International 2013

 
Lunedì, 16 settembre 2013
“Una bellissima manifestazione, unica nel suo genere” sono stati i commenti una-nimi dei partecipanti della 35^ edizione del DOLOMITI Moto 2013 realizzata dal Moto Club Spinea in collaborazione del Moto Club 2Ruote Classiche e Patrocinata dalla Regione del Veneto e Trentino A.A. dalle province di Treviso – Trento - Bolzano e supportata dai comuni interessati dall’evento dell’anno per il Mototurismo e Motoraid. Le trentacinque edizioni promosse dal sodalizio di Gigi Faraon & Soci hanno tutte qualcosa di particolare da ricordare e quella che si è conclusa dopo quattro giorni sotto e sopra la REGINA MARMOLADA è senz’altro la più bella e viva che rimarrà fino alla prossima eventuale edizione….poichè potrebbe essere sempre l’ultima…

Ognuna delle trentacinque edizioni del DOLOMITI MOTO INTERNATIONAL, iniziativa promossa dal Moto Club Spinea, si ricorda per le caratteristiche dei percorsi, per la bellezza dei paesaggi, per l’accoglienza e il calore della gente, per le classifiche della gara regolaristica; questa edizione 2013 lo sarà per averla vissuta nel cuore delle Dolomiti con panoramiche mozzafiato della cima di Punta Rocca sulla Marmolada a quota 3.265 nascosta fra le nuvole ai 360 + 360 gradi (per i ripetuti giri intorno a se stessi) del Rifugio Scoiattoli sul 5 Torri a rimirare le cime delle Tofane, dei Cadini, del Pelmo e Civetta, del Nuvolau e Annverau, ma tantissimi altri aspetti e caratteristiche non sono state di meno e hanno soddisfatto pienamente i partecipanti provenienti da tutt’Italia.

Dopo l’avvicinamento a Cornuda –TV al megastore VALERI SPORT dove i partecipanti hanno trovato accoglienza e il servizio assistenza e cortesia, il 35° Dolomiti è iniziato con il RAID -1- di trasferimento alla base di SOTTOGUDA nel comune di ROCCA PIETRE nell’ alto AGORDINO, percorrendo turisticamente le strade del Piave e Cordevole nella Marca Trevigiana e nel Parco della Dolomiti Bellunesi, con breve sosta alla centenaria Birreria PEDAVENA, dove si è svolto il corso di guida sicura.

Alla cena di benvenuto, ai sessanta equipaggi della prima giornata, il saluto del Presidente della Commissione Turistica Mario Alberto Traverso anche a nome del Presidente Nazionale Paolo SESTI, che ha voluto “vivere in diretta” assieme ai mototuristi almeno un paio di giorni della manifestazione che, assieme al turismo, ha offerto storia, cultura e sicurezza stradale con i Formatori del Dipartimento EDUCAZIONE STRADALE – Gruppo Sicurstrada a proporre i test dei tempi di reazione, il controllo di comportamento con il simulatore di guida e l’informativa con la simulazione di intervento in caso di sinistro sul piazzale della funivia sotto la Marmolada, con Volontari del soccorso e Vigili del Fuoco locali. Con una bellissima giornata e finalmente un anno con il sole splendido, la partenza del Raid dei 5 Passi Dolomitici, per una quarantina di motociclisti che hanno preso il via sotto la bandiera tricolore abbassata dal Sindaco di Rocca Pietore Andrea De Bernardin, ognuno con il proprio orario e la tabella di marcia che prevedeva subito una prova in linea con tre settori quindi a seguire i restanti quarantacinque equipaggi del Motogiro sullo stesso percorso, con soli controlli di transito per i servizi e assistenza.

Il primo passo affrontato a 2235 mt. il GIAU, valico tra Agordino e Cadore con la famosa muraglia della quale si potevano intravvedere i resti nella discesa verso Cortina, quindi il Passo Falzarego dove era posto il controllo a Timbro e la pausa per salire con la seggiovia al rifugio Scoiattoli tra l’Anverrau e Nuvolau per vedere le tricee della grande guerra e il mondo dall’alto dai 2300 mt. Entrando nel Trentino, ad accogliere i motociclisti vi era una scorta in moto dei Carabinieri . Nel transito dopo il terzo Passo, il Valparola, la discesa nell’alta Badia a S.Vigilio di Marebbe, dove ad accogliere i partecipanti c’era un ricco buffet preparato dall’ ufficio Turistico con gli albergatori locali e dove era posta la seconda prova di abilità con tre settori a tempo imposto.

A seguire poi il passo Furcia che accompagnava nel Pian de Corones fino alla val Pusteria per Brunico, da dove percorrendo la valle Aurina si saliva al castello Medioe-vale di Nueuhause a Gais per il pranzo tirolese ed un po’ di relax.
Si ripartiva quindi per la fase di rientro attraverso la Val Badia – Corvara e il quinto passo il Campolongo che ha portato i motociclisti al controllo a Timbro di Arabba e la degustazione dello studel, dolce tipico dell’Alto Adige, per scendere poi ancora verso il Pian dei Salesiei - Digonera fino all’arrivo ai Serrai di Sottoguda , da dove si era partiti, per chiudere la prova del Campionato Italiano del raid dei 5 passi, dopo 190 km e otto ore di immersione globale nelle Dolomiti.

A Sottoguda nella val Pettorina sotto la Marmolada l’agguato dell’acqua non è mancato e alla partenza al quarto giorno, la domenica per il Raid dei 5 Laghi Alpini è stato un quarto d’ora di acqua scrosciante proprio al momento del via che ha fatto desistere una fetta dei partecipanti della prova del Campionato Veneto, rimanendo a letto. Un vero peccato poiché subito dopo il lago di Alleghe, un sole splendido ad illuminare le vette del Mulaz e del Focobon a FALCADE per il controllo timbro e la pausa per la degustazione di un paio di torte giganti dal diametro di un metro, preparate dall’Ufficio del Turismo con gli albergatori hanno salutato i tenaci conduttori che sono transitati e fermati per togliersi la tuta per l’acqua..

IL transito ai 2000 mt al Passo del Valles e la discesa accompagnati dal mormorio delle acque del Rio Terragnolo fra i verde del Bosco per il Lago di Paneveggio, fino a Predazzo, nella val di Fiemme per raggiungere poi a Cavalese, sede della seconda prova del Raid e tappa dove ad accogliere i motociclisti e per la degustazione del Formaggio Lagorai del caseificio Monti Trentini, dello speck del Maso era la gentilissima Ingrid dell’Hotel La Stua , che hanno offerto un tocco di calore, prima della “cattiveria” del D.d.G con la selettiva prova dei tre settori in salita sul pavè e con spazi strettissimi.

La salita al Passo e lago di Lavazzè, con la invitante danza armoniosa delle strade verso Bolzano, il passaggio al Lago di Carezza, prima del controllo a timbro al Passo Costalunga e il successivo tuffo nella val di Fassa, con le maestose cime delle Torri del Vajolet e il gruppo del Catinaccio a fare uno scenario da cartolina, conducevano i motociclisti all’ultimo dei laghi oltre Canazei: il Fedaia, per l’ultimo saluto alla Regina Marmolada e la discesa a Malga Ciapela e ai Serrai di Sottoguida, chiudendo l’anello dei 150 km del Raid dei 5 Laghi, dopo 4 ore e 30’.
 
 
 
35° Dolomiti Moto International 2013-2 35° Dolomiti Moto International 2013-3 35° Dolomiti Moto International 2013-4
     
News clicca sulle foto per ingrandirle
 
 
Id: 299
News Mototurismo: 35° Dolomiti Moto International 2013
Categoria:  Motoraduni
Pubblicato da; MototurismoDoc
Hits: 1079
Bookmark and Share
 
 
 
 
       
   
 
   
   
 
   
   
   
Mototurismo e viaggi in moto

MOTOTURISMO ITALIA

itinerari e tour - motoraduni - hotel per mototuristi
Mototurismo in Italia
  Mototurismo in: Mototurismo in:
  Abruzzo Molise
  Basilicata Piemonte
  Calabria Puglia
  Campania Sardegna
  Emilia Romagna Sicilia
  Friuli Venezia Giulia Toscana
  Lazio Trentino Alto Adige
  Liguria Umbria
  Lombardia Valle d'Aosta
  Marche Veneto
  Mototurismo - Italia  
   
   
Mototurismo e viaggi in moto: tour
TOUR MOTO

Mototurismo - Viaggi: Tour in Italia e nel mondo
 
Tour:
Gran Tour della Sicilia - Tappa Uno - l'affascinante Oriente
 
   
Tutti i tour  
Tour in Italia  
Tour nel mondo  
 
 
 
 Mototurismo e viaggi in moto: itinerari
ITINERARI MOTO
Mototurismo - Viaggi: Itinerari in Italia
 
DALL'ALTO MONFERRATO AL PARCO DI BEIGUA IN LIGURIA
 
Itinerari: Dall'Alto Monferrato al parco di Beigua in Liguria
Acqui Terme e le verdissime colline dell'Alto Monferrato sono il punto di parten ... Leggi tutto
     
 
Altri itinerari  
 
     
     
 
 
 
 
  MOTOTURISMO SU MAPPE TOUR MOTO IN ITALIA ITINERARI MOTO ALLOGGIARE
  Abruzzo Molise Gite   Hotel - Alberghi
  Basilicata Piemonte Weekend   Bed and Breakfast
  Calabria Puglia Viaggi STRADE AVVENTURA Agriturismi
  Campania Sardegna Vacanze   Ristoranti
  Emilia Romagna Sicilia Mappa Tour in Italia    
  Friuli Venezia G. Toscana   MOTORADUNI ANNUNCI
  Lazio Trentino A.A. TOUR MOTO NEL MONDO   Compagni di viaggio
  Liguria Umbria Viaggi nel mondo   Motoclub
  Lombardia Valle d'Aosta Viaggi avventura MINI ITINERARI  
  Marche Veneto Mappa Tour Mondo   INFO VIAGGIARE
 
Copyright © 2010 - 2016 www.mototurismodoc.com  All rights reserved
Regolamento - Privacy Policy | Cookies Policy
 
Seguci su FB Seguici su Google Plus Seguici su Twitter Preleva un ns Widget Feeds di MototurismoDoc