Mototurismo, viaggi in moto, itinerari, tour e motoraduni

Mototurismo - Viaggi in moto - Itinerari moto

  • Ricerca
  • Seguici su FB
  • Seguici su Google+
  • I nostri Widget

» Homepage » Itinerari » Mototurismo alla scoperta del selvaggio Aspromonte    ||     » INDIETRO

Mototurismo e viaggi: Itinerari moto

MOTOTURISMO ALLA SCOPERTA DEL SELVAGGIO ASPROMONTE

Mototurismo: Itinerari moto Calabria Sicilia

Itinerari: Mototurismo alla scoperta del selvaggio Aspromonte

Itinerario tra Sicilia e Calabria alla scoperta dell'Aspromonte in motocicletta

INFO GENERALE

  • Id: 45
  • Paese: Italia
  • Regioni attraversate: CALABRIA, SICILIA,
  • Localita partenza: Santa Teresa di Riva
  • Località arrivo: Bagaladi
  • Km del percorso: 102
  • Tipo di fondo stradale: Maggior parte buono, a tratti sconnesso
  • Stutture ricettive MOTOCICLISTI BENVENUTI: Hotel, B&B, Agriturismi, Ristoranti per motociclisti sono indicati sulla mappa

LUOGHI D'INTERESSE:

Il Presepe vivente di Bagaladi

» Info mappe | » Inserisci la tua struttura

Powered by Google Maps, created by Mototurismodoc.com


E' disponibile il pacchetto ROADBOOK
di questo itinerario (in formato .zip) con i seguenti 4 file:

1. - Un file .pdf: ROADBOOK con Mappe stampabili e indicazioni stradali;
2. - Un file .kml per visualizzarlo su Google Maps;
3. - Un file .kmz per visualizzarlo su Google Earth;
4. - Un file .gpx originale dal file .kml del tour (file transfer per GPS);
Tutto a soli €.12,00 !
Oradina adesso: potrai pagarlo con bonifico bancario (l'accredito è 1-3gg) o con PostePay (l'accredito è istantaneo) a tua preferenza


Per acquistarlo, devi essere registrato, se non lo sei ancora » Registrati qui, usa una email corretta perchè il Pacchetto RoadBook ti verrà invitato alla tua email di registrazione entro 24 ore dall'accredito

Itinerari

ITINERARI: MOTOTURISMO ALLA SCOPERTA DEL SELVAGGIO ASPROMONTE

Descrizione itinerario

Itinerario tra Sicilia e Calabria alla scoperta dell'Aspromonte in motocicletta

L'Aspromonte

Santa Teresa di Riva è una piccola cittadina sullo stretto di Messina in terra siciliana, qui siamo nati e cresciuti e qui abbiamo formato il nostro piccolo club di sfegatati motociclisti. Il ritrovo è il bar di Lele, delizioso posticino dove passiamo il tempo a parlare esclusivamente di Ducati, Yamaha, Bmw e di Valentino Rossi.
Anche Lele, che non era mai salito su una moto, si è aggregato prima ai nostri discorsi e poi, comperata una fiammante Monster color rosso, ci segue in tutti i nostri viaggi.

Dalle vetrate del bar nei giorni tersi si vede in lontananza, al di la dello stretto, un grande ammasso di alte montagne rocciose e non potemmo fare a meno di organizzare una gita in quei luoghi.

Ed eccoci qua tutti insieme sulle nostre moto, cariche di tutti i bagagli necessari per il week end, sulla litoranea che costeggia il nostro bel mare, direzione Messina.
Attraversiamo Nizza di Sicilia, Scaletta Zanclea dominata dalla squadrata mole del castello fatto costruire verso l’anno 1220, da Federico II di Svevia, Giampieri Marina, Ponte Santo Stefano, Tremestieri e infine Messina, la porta della Sicilia.

In attesa del ponte, che tutti promettono, ci imbarchiamo sul traghetto per una veloce traversata dello stretto fino a Villa San Giovanni. Da qui inizia il nostro viaggio nelle belle terre calabre.
Attraversiamo la città in direzione di Campo Calabro e imbocchiamo la SS670. Su una strada tutta curve, ma molto trafficata, attraversiamo Fiumara, Acquacalda, Sant,Angelo.
Le montagne che guardavamo dalle vetrine del bar di Lele si aavvicinano sempre di più.

Pochi chilometri e siamo a Rumia, stiamo entrando nel magnifico parco Nazionale dell'Aspromonte.
Davanti a noi si erge in tutta la sua caratteristica maestosità il Montalto, dalla cui cima si gode un panorama impressionante nella sua spettacolarità, che consente di estendere lo sguardo fino alla costa tirrena, allo Stretto di Messina, alle Isole Eolie, all’Etna e alla costa ionica.

La strada è bellissima da farsi in moto, si inerpica tra curve e tornanti in quelle montagne delle meraviglie.
Lo spettacolo che ci circonda è estremamente affascinante, passiamo in mezzo ad estesi boschi di leccio, che ogni tanto si alternano con boschi dicastagni plurisecolari.
Salendo di quota troviamo l'albero più caratteristico dell'Aspromonte, il pino larico, un albero molto alto, alcuni esemplari possono addirittura raggiungere i 50 m d'altezza, con una stretta chioma, che permette la formazione di foreste densissime.

Attraversiamo Gambarie, Saguccio e poi iniziamo la salita verso Bagaladi. Questa è una strada che nessun motociclista deve perdersi.
Bagaladi è famosa per il Presepe vivente, la rappresentazione della nascita di Gesù Bambino in uno spaccato della vita contadina che si svolgeva a Bagaladi nel periodo compreso tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento.

Bagaladi sarà anche il punto di arrivo del nostro itinerario in moto, soggiorneremo qui per il week end e questo bellissimo paese sarà la base di piccole escursione in moto alla scoperta dei dintorni.

In moto nell'Aspromonte
In moto nell'Aspromonte
Panorama dell'Aspromone
Panorama dell'Aspromone
Il selvaggio Aspromonte
Il selvaggio Aspromonte
Veduta dell'Aspromonte
Veduta dell'Aspromonte

Bookmark and Share

Id: 45

Titolo: Mototurismo alla scoperta del selvaggio Aspromonte

Categoria: Itinerari Calabria

Hits: 29858

» Informativa responsabilità

Pubblicato da/Copyright: Mototurismo Doc

Data pubblicazione: 06/10/2010

» LIMITI UTILIZZO/DIRITTI D'AUTORE

  • Seguici su FB
  • Seguici su Google+
  • Seguici su Twitter
  • I nostri Widget
Strade avventura in moto

STRADE AVVENTURA

Strade avventura: Lysevegen Road, una strada tra i fiordi e il cielo

Questa volta conosceremo un'altra strada avventura che senza dubbio assicura una guida grandiosa con molte emozi ...

Motoraduni

MOTO RADUNI

Calendario Motoraduni

» Motoraduni Calendario
Tutti gli eventi motociclistici in programma in Italia

top page