Mototurismo, viaggi in moto, itinerari, tour e motoraduni

Mototurismo - Viaggi in moto - Itinerari moto

  • Ricerca
  • Seguici su FB
  • Seguici su Google+
  • I nostri Widget

» Homepage » Itinerari » Dall'Adriatico a Gubbio per la Gola del Furlo    ||     » INDIETRO

Mototurismo e viaggi: Itinerari moto

DALL'ADRIATICO A GUBBIO PER LA GOLA DEL FURLO

Mototurismo: Itinerari moto Marche Umbria

Itinerari: Dall'Adriatico a Gubbio per la Gola del Furlo

Percorso in motocicletta nelle Marche che va dall'Adriatico a Gubbio attraverso le meraviglie della Gola del Furlo

INFO GENERALE

  • Id: 17
  • Paese: Italia
  • Regioni attraversate: MARCHE, UMBRIA,
  • Localita partenza: FANO
  • Località arrivo: GUBBIO
  • Km del percorso: 78
  • Tipo di fondo stradale: Buono
  • Stutture ricettive MOTOCICLISTI BENVENUTI: Hotel, B&B, Agriturismi, Ristoranti per motociclisti sono indicati sulla mappa

LUOGHI D'INTERESSE:

La Gola del Furlo, la Testa del Duce, il Santuario del Pelingo, Il torrione ovale di Cagli, il Ponte Romano sul Burano

» Info mappe | » Inserisci la tua struttura

Powered by Google Maps, created by Mototurismodoc.com


E' disponibile il pacchetto ROADBOOK
di questo itinerario (in formato .zip) con i seguenti 4 file:

1. - Un file .pdf: ROADBOOK con Mappe stampabili e indicazioni stradali;
2. - Un file .kml per visualizzarlo su Google Maps;
3. - Un file .kmz per visualizzarlo su Google Earth;
4. - Un file .gpx originale dal file .kml del tour (file transfer per GPS);
Tutto a soli €.12,00 !
Oradina adesso: potrai pagarlo con bonifico bancario (l'accredito è 1-3gg) o con PostePay (l'accredito è istantaneo) a tua preferenza


Per acquistarlo, devi essere registrato, se non lo sei ancora » Registrati qui, usa una email corretta perchè il Pacchetto RoadBook ti verrà invitato alla tua email di registrazione entro 24 ore dall'accredito

Itinerari

ITINERARI: DALL'ADRIATICO A GUBBIO PER LA GOLA DEL FURLO

Descrizione itinerario

Percorso in motocicletta nelle Marche che va dall'Adriatico a Gubbio attraverso le meraviglie della Gola del Furlo

Panorama di Fossombrone

Così, per staccare la spina dal lavoro e dalle preoccupazioni io e Roberto, il mio solito compagno di avventure-sventure mototuristiche, abbiamo deciso di farci un bel giro partendo dal mare della nostra Fano per raggiungere l'Umbria destinazione Gubbio e il suo famosissimo Palio della Balestra. Dimenticavo, oltre ai bagagli abbiamo anche le nostre zavorrine sempre prodighe, come al solito, di consigli di come affrontare le curve e evitare le buche.

Il nostro appuntamento è in via Roma, nel primo pomeriggio, da dove partiamo con le nostre due Bmw accompagnati da una giornata tersa e soleggiata, imbocchiamo la via Flaminia che ci accompagnerà fino in Umbria.
La strada, in buone condizioni è caratterizzata da lunghi rettilinei con agglomerati di case che si susseguono uno all'altro causando continui rallentamenti dovuti al grande traffico.

Superiamo la cittadina di Fossombrone che è il maggior centro della media val Metauro ed è caratterizzato da un centro d'impronta medievale disteso sul pendio di un colle e dominato da una Cittadella e dai ruderi della Rocca malatestiana.

Pochi chilometri e raggiungiamo una delle località più belle del nostro percorso: la Gola del Furlo. La Gola del Furlo è una profonda e stretta spaccatura che separa il M.te Paganuccio (m 976) dal M.te Pietralata (m 888), caratterizzata da pareti quasi verticali incise nel calcare massiccio, sul fondo del quale scorre il Candigliano, affluente del Metauro.

Il Candigliano si incunea vorticoso nella gola e nel punto più angusto della strettoia esso supera con una cascata un brusco dislivello di circa 10 m (dove poi è stata costruita una diga).
Queste particolari caratteristiche della morfologia del luogo hanno reso la gola difficilmente praticabile e costituiscono un elemento di divisione in un punto di passaggio obbligato tra la vallata del Metauro e quella più interna del Burano, che introduce verso il favorevole passo della Scheggia e la vallata del Tevere.

Lungo l'intera gola la via Flaminia descrive un percorso ondulato e serpeggiante, sempre sopraelevato di una media di circa 30 m rispetto al letto del fiume.
Questa quota di sicurezza sul pendio della montagna è acquisita talvolta mediante poderosi tagli del costone di roccia, in altri casi con la costruzione di lunghi muri di terrazzamento, sia infine con l'impegnativo scavo di due gallerie.

Dopo 1 km siamo quasi all'uscita della Gola; qui prendiamo sulla destra la strada che con una serie di tornanti sale sul Monte Pietralata, avendo la possibilità di osservare l'altra estremità della Gola.
A Villa Furlo dopo il bivio per Sant’Anna dove la Vecchia Flaminia fa un'ampia curva, poco prima di una casa in pietra, posta a destra della strada, posteggiamo le moto in un piccolo slargo da dove ha inizio un sentiero percorribile a piedi.

La pendenza del sentiero non è mai eccessiva e consente di salire gradualmente, offrendo costantemente dai suoi tornanti (circa 17) un ampio panorama fino a raggiungere la cosidetta Testa del Duce.
Infatti, negli anni trenta, gli abitanti del loco foggiarono la montagna riproducendo l'effigie di Mussolini. Da sotto il monte, non è facile distinguere il profilo tanto particolare, per via del fatto che i partigiani minarono la montagna per cancellarne la memoria.

Il nostro viaggio prosegue in direzione Acqualagna dove giungiamo in un'ora molto propizia, l'ora della nostra solita abbuffata.
Acqualagna è il nostro posto ideale, è l'unico territorio che possiede tutti i tipi di tartufo fresco tutto l'anno e altra particolarità i suoi abitanti hanno una notevole bravura nell'accostargli ottimi piatti e corposi vini.
Ligi al nostro dovere non manchiamo di ordinare grandi porzioni di pasta fatta a mano con tartufi senza tralasciare gli ottimi vini.

Pieni all'inverosimile, stanchi e consci che a Gubbio, nostra metà, sarà difficilissimo trovarci una sistemazione dato l'elevato numero di turisti attratti dal Palio della Balestra optiamo per una sistemazione nelle vicinanze.

La nostra fortunata scelta cade in un Bed and Breakfast abbarbicato sulla montagna poco dopo Cagli gestito da una copia di Americani che sopperiscono al loro cattivo italiano con una squisita gentilezza.
Il risveglio del mattino è allietato dall'incredibile panorama che si gode dalle finastre e dall'ottima colazione offertaci.

Di nuovo in sella superiamo Cantiano e in località Pontericcioli abbandoniamo la Flaminia deviando a destra verso Tranquillo e l'Umbria e su una buona stada ricca di saliscendi e boschi giungiamo a Gubbio e al Palio della Balestra.
Ma questa è tutta un'altra storia...

La famosa Gola del Furlo
La famosa Gola del Furlo
Tartufi di Acqualagna
Tartufi di Acqualagna
Il torrione ovale di Cagli
Il torrione ovale di Cagli
Ponte Romano Cantiano
Ponte Romano Cantiano

Bookmark and Share

Id: 17

Titolo: Dall'Adriatico a Gubbio per la Gola del Furlo

Categoria: Itinerari Marche

Hits: 321013

» Informativa responsabilità

Pubblicato da/Copyright: Mototurismo Doc

Data pubblicazione: 03/10/2008

» LIMITI UTILIZZO/DIRITTI D'AUTORE

  • Seguici su FB
  • Seguici su Google+
  • Seguici su Twitter
  • I nostri Widget
Strade avventura in moto

STRADE AVVENTURA

Strade avventura: Carretera de Sa Calobra strada mozzafiato nell'isola Majorca

La carretera de Sa Calobra è un breve tratto di strada di circa 13 km nell'isola di Maiorca, in Spagna, che coll ...

Motoraduni

MOTO RADUNI

Calendario Motoraduni

» Motoraduni Calendario
Tutti gli eventi motociclistici in programma in Italia

top page